Progetti vincitori delle edizioni passate del premio Carlo Magno della gioventù

image-from-the-document-manager

Progetti vincitori dell'edizione 2022

Il primo premio è andato al progetto portoghese "Orquestra Sem Fronteiras" (Orchestra senza frontiere), che promuove la cooperazione transfrontaliera tra Portogallo e Spagna grazie alla musica di giovani talenti dei due paesi, allo scopo di ridurre le disuguaglianze sociali e culturali.

Il secondo premio è stato vinto dal progetto ceco "Politika (nejen) pro mladé" (Politica (non solo) per i giovani), che riunisce giovani politici di varia appartenenza per discutere di politica, democrazia e diritti umani, adoperandosi per una società civile giovane informata e attiva.

Il terzo premio è stato conferito al progetto tedesco "Ukrainian Vibes - European Public Sphere", organizzato attraverso Democracy International. Il progetto, svoltosi da aprile a ottobre 2021, ha visto riunirsi persone provenienti da 36 paesi per tenere dibattiti virtuali su democrazia, sviluppo e integrazione europea, mettendo in evidenza le relazioni UE-Ucraina. Alcune delle proposte formulate in questo contesto sono state pubblicate sulla piattaforma della Conferenza sul futuro dell'Europa.

Vincitore nazionale

Progetti vincitori dell'edizione 2021

Il primo premio è andato al progetto ceco "Fakescape", che utilizza il gioco per insegnare ai giovani a pensare in modo critico e a riconoscere le notizie false.

Il secondo premio è stato assegnato a "Generation Z", un progetto rumeno che riunisce giovani, accademici e personalità di spicco per promuovere la curiosità, il pensiero critico e la libertà di parola, nonché il dialogo intergenerazionale.

Al terzo posto si è classificato il progetto spagnolo "EuroInclusion". Si tratta di un programma di scambio per giovani europei che mira alla piena integrazione sociale, culturale e politica dei cittadini con disabilità in un'Europa libera, diversa e unita.

Progetti vincitori dell'edizione 2020

Il primo premio è stato conferito al progetto tedesco "Archivi europei della voce", che raccoglie testimonianze orali di persone nate prima del 1945.

Al secondo posto si è classificata l'associazione francese "Per un servizio civico europeo", che incoraggia i giovani europei a fare volontariato nel proprio paese e all'estero per affrontare importanti sfide sociali, come la protezione dell'ambiente.

Il terzo premio è andato a Madeleina Kay (Regno Unito), nota come #EUsupergirl, e alla sua iniziativa "Il futuro è l'Europa".

Progetti vincitori delle edizioni passate del premio Carlo Magno della gioventù Progetti vincitori delle edizioni passate del premio Carlo Magno della gioventù (disponibili in 24 lingue su richiesta)